Scroll Top

Come aprire partita iva ambulante itinerante

venditore-ambulante-partita-iva-forfettari

APRIRE PARTITA IVA VENDITORE AMBULANTE

Se ti interessa avere qualche informazione su come funziona aprire partita iva come commerciante   itinerante allora segui questo veloce articolo. Per prima cosa ti consiglio di valutare veramente bene il codice ateco di ciò che andrete a fare, quindi verificate da questo sito (LINK) l’attività che andate a scegliere e il comune presso la quale volete esercitarla.

Se svolgerete l’attività come venditore ambulante ITINERANTE sarà un pò più semplice, vi spiegherò poi il motivo.

 

Ho inserito nel campo di ricerca la parola ambulante e come comune ho digitato MILANO.

 

 

A questo punto il sistemo di Ateco InfoCamere mi suggerisce diverse attività che rispecchiano diversi codici ATECO

 

 

Ed ecco che entriamo in gioco noi commercialisti per l’apertura della partita Iva sia in Agenzia delle Entrate sia in Camera di commercio e non solo.

Il venditore ambulante (itinerante o meno) rientra nei soggetti che svolgono attività COMMERCIALE e pertanto saranno inseriti nella sezione dei COMMERCIANTI in Camera di Commercio, senza quindi l’obbligo di iscrizione all’INAIL ( che spetta invece a tutti gli artigiani o ai commercianti che hanno dei dipendenti).

COME SI APRE PARTITA IVA VENDITORE AMBULANTE E QUANTO COSTA?

Per aprire partita Iva in Agenzia delle Entrate bisogna compilare il modello AA9/12 e consegnarlo c/o gli sportelli di Agenzia. Se ti affidi a noi commercialisti possiamo inoltrare il modello in modo telematico e avere l’attivazione in Agenzia entro massimo 2 ore.

 

 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 02-estratto-da-modello-aa7-aa9-per-partita-IVA-individuale-1.jpg

Non è ovviamente finita qui. Gli adempimenti non sono ovviamente finiti. Ciò che avrete bisogno di fare con l’ausilio di un professionista è l’iscrizione in Camera di Commercio e l’iscrizione all’INAIL. 

Come avrete avuto modo di verificare per completare correttamente l’iscrizione  in Camera di Commercio occorre la SCIA, la segnalazione certificata di inizio attività. Per questa occorre sentire direttamente il comune in primis perchè cambia in base al comune.

Dopo che si è effettuata l’iscrizione in Camera di Commercio, contestualmente va fatta l’iscrizione ad INPS gestione commercianti. Una volta effettuata l’iscrizione in Camera di Commercio e all’Inps, si può procedere con la parte a mio avviso più complicata: LA CARTA ESERCIZIO.

Se volete informazioni maggiori su come poter procedere correttamente ad iscrivervi alla camera di commercio e ottenere la carta esercizio non esitate a contattarmi direttamente con una mail a matteo@matteoruzzante.it oppure tramite la pagina CONTATTI.

QUANTO COSTA?

Le pratiche per l’apertura di una partita iva di questo tipo sono molteplici e il costo può variare in base al costo della SCIA dovuto al comune. Tendenzialmente può andare dai 200€ ai 450€.

 

Post Correlati

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.
Privacy Preferences
Quando visiti il nostro sito Web, può memorizzare informazioni attraverso il tuo browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Si noti che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.
Scrivimi!
Hai bisogno di qualcosa? Scrivimi!
Ciao! Posso aiutarti?