I CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO DI NOVEMBRE 2020

Come avete già potuto leggere nel mio articolo sul contributo a fondo perduto che poteva essere richiesto fino al 15 agosto 2020 (cliccate qui per andare a leggerlo e a scaricare il modello excel che vi calcola la diminuzione di fatturato), anche qui riporto le modalità con le quali si possono richiedere i contributi a fondo perduto previsti dai decreti “Ristori” e “Ristori bis”, rispettivamente del 28 Ottobre 2020 e del 9 Novembre 2020.

A CHI E COME VENGONO EROGATI I NUOVI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO?

La guida, che potrete scaricare a fine articolo, riporta il seguente prospetto di sintesi riepilogativo. Andiamo a vederlo.

In maniera molto chiara si capisce che il contributo viene erogato in automatico a chi lo ha già potuto richiedere entro il 15 agosto, su presentazione di istanza per tutti gli altri. Ovviamente non tutti possono richiederlo, bisogna che il proprio codice attività rientri nei codici ATECO degli allegati 1 e 2 dei decreti “Ristori” e “Ristori-bis”.

Per gli operatori con attività prevalente esercitata con i codice ATECO 561030, 561041, 563000 e 551000, è prevista una maggiorazione del 50% qualora il domicilio o la sede operativa sia nelle regioni “arancioni” o “rosse”.

IN COSA CONSISTE E COME

Il contributo a fondo perduto anche in questo caso corrisponde ad un ammontare di denaro corrisposta dall’Agenzia delle Entrate sulla base della codifica ATECO, in base alla tabella che trovate nel primo file scaricabile (DL 9 Novembre).

 


L’erogazione avviene con modalità automatica solo se il beneficiario del contributo “Ristori” aveva ottenuto l’accredito del contributo stabilito nel decreto “Rilancio”, oppure a seguito di un’istanza come quella fatta nei mesi di luglio e agosto.

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO NOVEMBRE 2020?

Il nuovo contributo a fondo perduto è pari all’ammontare dell’importo precedentemente ricevuto (al netto di un eventuale importo restituito con F24 – per errori) moltiplicato per una percentuale che va dal 50% al 400%.

LA PERCENTUALE è fissata negli allegati del decreto “Ristori” e “Ristori-bis”, potete trovare sempre il DL 9 Novembre 2020 a fine articolo. (troverete l’allegato 1 aggiornato)

PER CHI NON HA PRESENTATO ISTANZA AD AGOSTO?

Per chi ha diritto, può presentare Istanza come si faceva ad agosto. Quindi occorre determinare il calo di fatturato tra aprile 2020 e aprile 2019. Il contributo spettante è pari al 20% di questa differenza se i ricavi e i compensi dell’anno 2019 sono inferiori o pari a 400.00€, 15% se i ricavi e i compensi sono superiori a 400.000€ ma di importo non superiore a 1 milione, 10% se i ricavi e i compensi superano il milione.

L’importo minimo che l’Agenzia delle Entrate eroga è 1.000 € per le persone fisiche e 2.000 € per i soggetti diversi da queste.

Per chi ha aperto partita iva a partire dal 1 gennaio 2019, se la differenza è un valore positivo oppure pari a 0, il valore spettante è pari al minimo di 1.000€ o 2.000€.

Nella seconda fase, il risultato del calcolo viene moltiplicato sempre invase alla percentuale fissata secondo i codici ATECO che trovate nell’allegato 1.

ZONE ARANCIONI E ROSSE

Per alcune attività che ora elencherò anche io qui sotto, la percentuale viene incrementata di un ulteriore 50%. Queste attività sono:

  • gelaterie e pasticcerie, anche ambulanti con Codice ATECO 561030 e 561041
  • bar e altri esercizi simili senza cucina con Codice ATECO 563000
  • alberghi con Codice ATECO 551000

 

MODALITÁ

Le modalità per presentare istanza sono le stesse utilizzate nei mesi di luglio ed agosto, con una finestra aperta dal 20 novembre 2020 al 15 gennaio 2021.

Come per il decreto “Ristori”, anche il “Ristori-bis” funziona allo stesso modo.

IL CONTRIBUTO É ESCLUSO DA TASSAZIONE

 


VERIFICA SE HAI AVUTO IL CALO DI FATTURATO, SCARICA Calcolo Excel Contributo Fondo perduto

Vai al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate.

Post Correlati

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.
Privacy Preferences
Quando visiti il nostro sito Web, può memorizzare informazioni attraverso il tuo browser da servizi specifici, di solito sotto forma di cookie. Qui puoi cambiare le tue preferenze sulla privacy. Si noti che il blocco di alcuni tipi di cookie può influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.